Trovati i Barioni mancanti. Adesso abbiamo tutto l'Universo previsto dalla Teoria.

È STATO UN GIOCO A NASCONDINO DURATO VENT’ANNI, ma alla fine gli scienziati sono riusciti a scovare dove si nascondeva la materia visibile prevista dalla teoria che fino a oggi non era stata trovata. Tutti i barioni, le particelle subatomiche che partecipavano al “gioco”, si erano mimetizzati lungo i filamenti dei gas che collegano tra di loro le galassie. A battere la mano sul muro e urlare “Tana!” è stato un team di ricerca internazionale guidato dall’italiano Fabrizio Nicastro dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) di Roma su dati del telescopio Xmm-Newton dell’Agenzia Spaziale Europea. L’eccezionale scoperta è stata pubblicata sull’ultimo numero della prestigiosa rivista Nature.

Ecco lo “zucchero filato” in cui si nascondono i Barioni (Foto: Esa)

I barioni costituiscono il nostro corpo, le stelle, i pianeti e tutta quella che viene chiamata materia ordinaria, ovvero tutto ciò che dovrebbe essere visibile. I filamenti in cui si sono nascosti, una sorta di zucchero filato che pervade l’infinito che ci circonda, sono fatti principalmente di idrogeno ionizzato, difficile da individuare e osservare. È stato possibile scovarli grazie alla possibilità di scandagliare l’Universo con telescopi ai raggi X, capaci di fare misure spettroscopiche ad alta risoluzione. E di regalarci una delle più significative scoperte fatte dalla scienza.

(Renato Sartini)

Lascia un commento

Per favore, inserisci il tuo commento!
Please enter your name here