Oca egiziana. Alopochen aegyptiaca (credit: Andreas Trepte)
COSA SONO LE SPECIE ALIENE? Ne avrete certamente sentito parlare un sacco di volte in tv o letto sui giornali cartacei e online. Ma se ancora non ci avete capito molto e vi trovate a prendere l’aereo a Fiumicino è l’occasione giusta per scoprire e imparare qualcosa su una delle problematiche ambientali più pericolose dei nostri tempi.
Parte proprio dallo scalo laziale, infatti, la campagna informativa del progetto Life ASAP (Alien Species Awareness Program) con la quale si vogliono informare e formare i viaggiatori sui rischi legati alla diffusione di specie aliene invasive promuovendo anche comportamenti corretti e consapevoli al fine di arginare il fenomeno.

 

 
L’infopoint presidiato da scienziati provenienti dai parchi della Regione Lazio è già aperto presso il Terminal 3 partenze. È qui che potrete scoprire tutto sulle
specie aliene invasive, animali e piante introdotte in modo accidentale o volontario dall’uomo in terre che non gli appartengono. In cui col tempo, però, riescono ad ambientarsi e trovarsi a proprio agio, causando ingenti danni alla biodiversità locale, creando gravi problemi alla salute pubblica e all’economia.


«Quando viaggiamo» spiega Andrea Monaco, responsabile di Life ASAP per la Regione Lazio e coordinatore della campagna, «è molto importante essere consapevoli dei rischi legati all’introduzione di questi “alieni” così da poter adottare piccole ma importanti precauzioni. Ogni anno, infatti, oltre un miliardo di persone si muove nel mondo per turismo e altri interessi. Questi numeri, oltre a darci un’idea sulle dimensione del fenomeno, ci devono far pensare all’enorme impatto positivo che potremmo avere se ognuno di noi adottasse comportamenti che abbiamo riassunto nel “decalogo del viaggiatore consapevole”».

Ma perché è importante sensibilizzare proprio i turisti in viaggio con l’aereo? Perché possono essere proprio loro uno dei mezzi con il quale le specie alloctone si spostano in giro per il mondo. Su abiti, attrezzature, bagagli o souvenir.
«Ridurre gli impatti delle specie aliene invasive è essenziale per proteggere la natura e per tutelare il nostro benessere.» Spiega Piero Genovesi, ricercatore ISPRA-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e project manager di Life ASAP. «Per questo motivo è importante informare e coinvolgere il pubblico, perché solo con comportamenti più attenti e responsabili da parte di tutti possiamo prevenire nuovi arrivi di specie pericolose».

 

L’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino nel solo 2017 ha visto transitare 41 milioni di persone. Grazie alla collaborazione con le autorità preposte, l’infopoint sarà aperto una settimana al mese fino a ottobre e verrà riproposto anche per l’estate del 2019. In attesa di partire potrete prendere materiali informativi, gadget ed edugame multimediali appositamente prodotti. Gli operatori del progetto, inoltre, tutti esperti della materia e che hanno seguito uno specifico percorso formativo, vi spiegheranno i rischi collegati alle specie aliene. Un fenomeno poco conosciuto dal pubblico, ma che rappresenta una seria minaccia per la conservazione della natura. Motivo per il quale risulta davvero importante imparare a non “acquistare il biglietto” a questi inconsapevoli compagni di viaggio.

(Renato Sartini)

Lascia un commento

Per favore, inserisci il tuo commento!
Please enter your name here