Centrale nucleare a fissione. La fusione sarà una energia praticamente inesauribile e green.

LA RISPOSTA DEI FOLLOWERS SUI SOCIAL: “Si” 47%; “No” 44%; “Non lo so” 9%. SOLUZIONE Risponde il Dr. Giuseppe Mazzitelli, Responsabile Divisione Tecnologie Fusione Nucleare dell’ENEA: «La reazione di fusione non produce scorie radioattive come la fissione. La reazione dà luogo ad un nucleo di elio, gas usato per gonfiare i palloncini, e un neutrone.

L’unica scoria radioattiva che questo processo produce è la macchina stessa. Con i nuovi materiali che si stanno studiando, però, questa radioattività perderà il suo effetto in un arco di tempo che va da 50 a 100 anni circa, e sarà possibile riutilizzare tutti questi materiali senza nessun pericolo.

La reazione di fusione, su cui sono attualmente concentrate le ricerche, utilizza come combustibili il Deuterio (D) e il Trizio (T) che sono due isotopi dell’idrogeno di cui il T è un elemento radioattivo a vita breve, con  tempo di dimezzamento di 12,33 anni.

La fusione termonucleare è considerata una delle poche opzioni utili per garantire, in un futuro che dovrà essere caratterizzato da uno sviluppo sostenibile anche in presenza di una crescente richiesta di energia, una fonte di larga scala, sicura e praticamente inesauribile. Inoltre le reazioni di fusione non danno luogo ad emissioni di gas serra o comunque di gas nocivi per la salute.

La resa energetica della reazione di fusione D-T è, infatti, molto elevata. L’energia liberata in una reazione di fusione è circa un milione di volte maggiore di quella che si libera in una tipica reazione chimica di combustione. Un grammo di miscela D-T equivale a circa 8 tonnellate di petrolio. Le riserve di deuterio e litio, dal quale si produce il trizio che non si trova in natura, sono sufficienti per parecchie migliaia di anni.

La reazione di fusione richiede il raggiungimento di altissime temperature, dell’ordine di 150 milioni di gradi per vincere le forze di repulsione che si esercitano tra i nuclei. La fusione è intrinsecamente sicura perché la reazione non può sostenersi in caso di mal funzionamento.»

Per approfondimenti sul tema il Prof. Mazzitelli consiglia:

Il Prof. Mazzitelli ha partecipato al #QuizScienzaSocial n. 17 “Le centrali nucleari a fusione sono considerate la fonte di energia del futuro DOMANDA Producono scorie radioattive?”

LEGGI LE ALTRE DOMANDE DEL #QUIZSCIENZASOCIAL

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Per favore, inserisci il tuo commento!
Please enter your name here